Archivio della categoria ‘Ambiente’

Terremoto al Parco Nazionale d’Abruzzo 1915

novembre 4th, 2016, Categoria: Ambiente, Commenti [ 0 ]

stambecco

Mio nonno, giunto ad Avezzano nel gennaio 1915 a portare soccorsi alle vittime del terremoto della Marsica, racconta che rimase sconvolto dallo spettacolo del cataclisma che in tutta la zona causò 30.519 vittime.Nel territorio che sette anni dopo, nel 1922, vide la nascita del Parco Nazionale d’Abruzzo, il più antico d’Italia, interi paesi come Gioia dei Marsi (1600morti) e Lecce nei Marsi (500 morti) furono in gran parte o totalmente distrutti. A Pescasseroli, dove nacque Benedetto Croce, oltre ai danni alle abitazioni, la chiesa dei Santi Pietro e Paolo fu gravemente danneggiata. Restano a ricordo del disastro le casette asismiche costruite allora e oggi sistemate e perfettamente abitate.
Ora tutta la zona, che si stende per 50.000 ettari dal bacino del Fucino a Scanno e dalla Ciociaria all’alta valle del Sangro, è considerata una delle più belle e turistiche d’Italia. Il Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise è tra i più visitati e i piccoli borghi magnificamente conservati e attrezzati accolgono i turisti con il fascino dei paesaggi e di un’ unica fauna, dall’orso marsicano al lupo italico, dal camoscio d’Abruzzo al cervo nobile.
Riflettevo a questa storia vedendo il disastro terrificante che ha colpito i Parchi nazionali dell’Appennino centrale, a iniziare da quello del Gran Sasso e finendo con il Parco dei Sibillini forse il più massacrato dal sisma. Leggi il resto di questo articolo »

Strage di lupi in Maremma

gennaio 10th, 2014, Categoria: Ambiente, Commenti [ 0 ]

I tanti casi di uccisione ed esibizione provocatoria delle carcasse di lupi (o di ibridi lupo/cane) in Maremma preoccupano ambientalisti e animalisti.
Il fatto che i lupi italici, ridotti a soli 100 esemplari negli anni 70 del secolo scorso ed estinti da mezzo secolo in Toscana, siano ritornati a popolare tutta Italia, giungendo in territori da cui erano stati scacciati (addirittura sulle Alpi) deve rendere orgoglioso il nostro Paese. L’Italia, infatti, non solo ha conservato questa specie (estinta in Francia, Austria, Svizzera, Germania, Belgio eccetera) ma con adeguate e civili decisioni l’ha riportata a una consistenza più sostenibile, anche se negli ultimi mesi i casi di bracconaggio, provocati anche dalle proteste degli allevatori, si stanno tristemente ripetendo nella provincia di Grosseto. Leggi il resto di questo articolo »

400 PARTI PER MILIONE: NIENTE PANICO!

giugno 9th, 2013, Categoria: Ambiente, Commenti [ 1 ]

Anche se pochi personaggi – annidati nei media più conservatori come gli ultimi soldati giapponesi  dopo la caduta del Tenno – negano ancora i cambiamenti climatici provocati dal global warming , l’ assoluta maggioranza  degli scienziati non nutre ormai più dubbi sul rapido mutamento del clima terrestre.

Ma sacche non del tutto trascurabili di divulgatori scientifici ancora esprimono dubbi sul fatto che tali rivolgimenti siano effetto delle attività umane, rifacendosi a possibili influenze solari, a ere geologiche in cui a Terranova si coltivava la vite e ad altri esempi  di corsi e ricorsi storico-climatici più o meno attendibili.

Queste posizioni pubbliche, diffuse anche su importanti e autorevoli media, contribuiscono ad abbassare le difese, a tranquillizzare i politici – interessati più che al futuro dell’Umanità agli esiti delle prossime elezioni – e a diluire ogni possibile intervento teso a rallentare il declino. Leggi il resto di questo articolo »

Sapiens davvero?

dicembre 21st, 2011, Categoria: Ambiente, Commenti [ 2 ]

Il grande Carlo Linneo, che nel suo Systema Naturae del 1758 definì la specie umana con la lusinghiera denominazione di Homo sapiens, dovrebbe rivoltarsi nella sua tomba posta nella cattedrale di Uppsala. Almeno a giudicare dai comportamenti dell’umanità di fronte alla catastrofe ecologica che si sta addensando sul Pianeta.

Mentre i demografi più seri e consapevoli mettono in guardia su una spasmodica e inarrestabile crescita della popolazione, che ha aggiunto quest’anno i 7 miliardi (erano solo 3 appena cinquant’anni fa) e marcia verso un traguardo di 9/10 miliardi tra meno di cinquant’anni, la specie del Sapiens continua a pullulare. Leggi il resto di questo articolo »

“La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino”.

novembre 21st, 2011, Categoria: Ambiente, Commenti [ 0 ]

 “La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino”.
L’articolo 52 della nostra Costituzione parla  chiaro.
Così come l’articolo 9 che recita: “La Repubblica tutela il paesaggio”.
Prendendo lo spunto da questi due pilastri della nostra democrazia, mi sia consentito fare qualche considerazione basata sulle notizie riguardanti la cosiddetta Legge sulla Stabilità 2012 in discussione in Parlamento.
Per la difesa della Patria contro eventuali nemici esterni e per missioni militari sono previsti stanziamenti pari a 23.500 milioni di euro, ponendoci al 10° posto nella lista degli Stati con maggiori impegni nel campo delle spese militari. Leggi il resto di questo articolo »

Nuovi rifiuti sulle spiagge

aprile 11th, 2011, Categoria: Ambiente, Commenti [ 0 ]

Ogni primavera il WWF organizza su alcune spiagge (principalmente quelle che si trovano lungo le sue Oasi costiere) delle operazioni di pulizia dai detriti accumulati dalle mareggiate invernali.

Questa attività, condotta a mano da centinaia di volontari, è necessaria per evitare che gli enti locali procedano a distruttive ripuliture attuate con mezzi meccanici che distruggono tutta la vegetazioni pioniera che tenta dicolonizzare le sabbie, mettendo anche a rischio la nidificazione di uccelli rari, come il fratino e il corriere piccolo, e la fioritura dello splendido giglio marino. Leggi il resto di questo articolo »

Fango

giugno 1st, 2010, Categoria: Ambiente, Commenti [ 1 ]

L’impasto di terra e acqua che noi chiamiamo “fango” ha sempre avuto connotazioni negative. “Gettare fango”, “palate di fango”, “fiori nel fango”, “cadere nel fango”, “schizzi di fango” non sono che alcune delle tante piacevolezze usate per denigrare questa materia.
Eppure, a guardar bene, il fango ha avuto e ha ancora grandi meriti nei nostri confronti. Leggi il resto di questo articolo »

L’acqua sulla luna e la ricerca del senno perduto

novembre 23rd, 2009, Categoria: Ambiente, Commenti [ 0 ]

Il fatto che sulla Luna si sia trovata dell’acqua (sia pure sotto forma di ghiaccio sporco e inquinato, in fondo a inaccessibili crateri con una temperatura di 150 gradi sottozero) ha riacceso i sogni di tanti che già vedono la realizzazione di colonie lunari abitate da astronauti che da lassù osserveranno quasi permanentemente la Terra.
C’è quindi da sperare che i coloni selenitici, epigoni di Astolfo che sulla Luna andò per recuperare il senno perduto dal paladino Orlando, possano, ancor meglio di chi è ancora  legato al nostro Pianeta, constatare gli oltraggi ai quali esso è sottoposto da parte del genere umano. Leggi il resto di questo articolo »

Lettera aperta agli agricoltori (e ai loro dirigenti)

settembre 6th, 2009, Categoria: Ambiente, Commenti [ 10 ]

Non c’è dubbio che nei prossimi anni (anche in vista di una riduzione, nel 2013, degli aiuti della Politica Agricola Comunitaria per far fronte alle giuste richieste dei Paesi più poveri) i redditi agricoli caleranno di molto. E, soprattutto per le agricolture cosiddette “marginali”, situate in luoghi collinari o montuosi, si comincia a parlare di “multifunzionalità”. Leggi il resto di questo articolo »

Rinnovabili e paesaggi

febbraio 19th, 2009, Categoria: Ambiente, Commenti [ 1 ]

La continua ansimante richiesta di energia, da qualsiasi parte essa possa venire erogata, senza minimamente iniziare a rivedere il suo uso e limitare i suoi sprechi sempre più diffusi  (basta osservare l’immagine notturna del nostro Paese avvolto in un nimbo di luci) solleva problemi non trascurabili dal punto di vista della difesa del paesaggio e dell’ambiente.
Nessuna persona, dotata delle normali conoscenze scientifiche e consapevole della situazione grave del clima planetario, può osteggiare il processo, virtuosamente sempre crescente, di ricerca di fonti energetiche alternative e rinnovabili per arrestare l’uso di combustibili, sequestrati da milioni di anni nel sottosuolo e oggi reimmessi e bruciati con irresponsabile progressione nell’ atmosfera.. Leggi il resto di questo articolo »