I bambini ci salveranno

14 maggio 2012 - Categoria: Ecomportamento

Nella grande battaglia per salvare l’ambiente e la natura, utili alleati posso rivelarsi i nostri figli e nipoti. Senza arrivare a trascinare i bambini in faticose marce e manifestazioni gravati di bandiere e cartelli di protesta (che avrebbero l’effetto di allontanarli definitivamente dall’impegno ecologico), ci sono molte iniziative, divertenti e stimolanti, utili a interessarli e coinvolgerli. Ricordo, ad esempio, un cartello con un bel disegno di falco in volo che invitava i cacciatori a non sparare ai rapaci, posto sulla strada per il mare  da tre ragazzi  di Fregene. Da bambini i miei figli mi seguivano in mare con maschere e pinne e  si divertivano a liberare i pesci  dalle reti abusive , danneggiandone anche le maglie. Girando poi in barchetta a remi, trovavano divertente gridare ai motoscafisti che rombavano  troppo vicini lo slogan “benzopirene!” riferito alle emissioni nocive dei loro motori. E passavano i pomeriggi a scrivere e disegnare cartelli da apporre sulla spiaggia in cui si segnalavano i divieti e si chiedeva di non lasciare rifiuti (rifiuti che poi, con loro e altri bambini, raccoglievano). Molte volte, poi ho potuto constatare come la protesta di un gruppo di bambini a un subacqueo che usciva sulla battigia con un povero polpo agonizzante,  riusciva nell’intento di farlo liberare. In definitiva io credo che avvicinare i piccoli alla natura, ma soprattutto agli animali  (che loro già istintivamente amano)  sia la maniera migliore per creare una coscienza ambientalista che durerà nel tempo come ho sperimentato  incontrando, dopo anni, persone che avevano partecipato da ragazzi a campi di lavoro gite ed escursioni col WWF, i quali  hanno conservato un atteggiamento virtuoso e positivo nei confronti degli animali e dell’ambiente. In occasione delle Giornata WWF delle Oasi del 20 maggio, che raccoglierà fondi per creare l’Oasi di Scivu sulla costa sud occidentale della Sardegna (un paradiso di dune coperte di macchia, spiagge deserte e cervi sardi), per ripulire la spiaggia adiacente all’Oasi delle Cesine nel Salento e per attrezzare e imboschire l’Oasi di Panarella alle foci del Po dove vivono tantissimi uccelli acquatici – cosa di meglio può fare un giovane esperto in SMS che inviare un messaggio al numero 45503 per donare 2 euro alla Campagna Oasi del WWF?

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Segnalo
  • Upnews
  • Facebook
  • StumbleUpon
  • Wikio IT

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

2 Responses to “I bambini ci salveranno”

  1. Emilio ha detto:

    salve salvaguardare l’ambiente è anche una mia passione , otre che un rispetto che tutti dovremmo avere nel mio parco particolare tutto viene curato con molta attenzione, vedendo il mio sito ne avrà un’idea sito web dinosauridisasso.altervista.org

  2. Maria Luisa ha detto:

    Gentilissimo Pratesi,
    sono un’insegnante di scuola primaria di Aprilia nella provincia di Latina.
    Da anni cerco di sensibilizzare i miei alunni, che hanno imparato a spegnere la luce quando nn è necessaria, a raccogliere differenziando in classe i rifiuti (glielo assicuro è una cosa lunga da apprendere e che nn basta una semplice scheda didattica o una lezioncina per educarli a questo!) a iscriversi al WWF, a raccogliere fondi, a partecipare alle vostre iniziative! Quest’anno da lunedì 8 ottobre progetteremo, per loro iniziativa, attività che ci permettano di iscriverci al WWF e raccogliere fondi. Antonio, un mio alunno, venerdi’ mi ha chiesto:”Quale animale aiutiamo quest’anno?” Subito si è accesso un dibattito su cosa fare…Io adoro i miei alunni: sanno rendere la mia vita gioiosa e significativa! Lo scorso anno abbiamo recitato nelle classi della nostra scuola per far capire che il lupo delle favole nn esiste e abbiamo raccolto in due giorni soltanto un contributo offerto dalle maestre e personale Ata ben 70 euro. Ci siamo stancati, divertiti e meravigliati davanti a tanti diversi atteggiamenti dei bambini che ci ascoltavano Le assicuro che quest’ultima esperienza li ha colpiti! Anche mia figlia Marta Jo venerdì mi ha letteralmente redarguito perchè inavvertitamente avevo messo il piede su una lumaca (nn facendole niente oltretutto!) Sono convinta che quello che ha scritto sia vero, ma siamo noi adulti che dobbiamo avere fiducia nei ragazzi ai quali abbiamo lasciato purtroppo un’eredità difficile!
    Vorrei tanto chiederle un favore: potrebbe mandare un suo pensiero manoscritto alla nostra scuola , magari corredato da una sua illustrazione e firmato da lei. A tale proposito le invio i nostri dati:

    Scuola primaria “Grazia Deledda” 04011 Aprilia -Latina

    Desidero tanto un pensiero speciale per la mia classe: l’attuale 4^F che le assicuro fa tanto per gli animali e la natura!
    Una maestra convinta ad una persona che ha dimostrato di amare l’uomo ed il suo mondo!

Lascia un commento